Nella prestigiosa cornice di palazzo Mathis, si è svolta questa mattina – sabato 29 settembre – la cerimonia di laurea per una quindicina di studenti dell’università telematica Pegaso di Bra, ateneo che permette a coloro che lo frequentano di poter seguire le lezioni via internet.

Quella di oggi è stata la prima sessione di lauree svoltasi nella città della Zizzola: la sede Pegaso di Bra esiste infatti da tre anni.

La commissione esaminatrice è stata presieduta da Raffaele Bonanni, ex segretario Cisl. Insieme a lui c’erano i docenti Vincenzo Bonazza, Davide Maresca, Andrea Quintiliani e Giuseppe Reale.

“È stata un’esperienza unica ed indescrivibile – commenta Vincenzo Maffettone, responsabile di UniPegaso Bra –. Gli studenti sono riusciti a realizzare il proprio sogno, e in parte anche io: tre anni fa, quando è nato questo progetto, l’obiettivo era permettere a tante persone (specie a studenti lavoratori) quello di poter laurearsi a chilometro zero”.

“Nonostante la nostra sia un’università telematica – aggiunge Maffettone – i rapporti diretti ci sono eccome. Il tutoraggio gratuito, ad esempio, è una costante fino al momento conclusivo”.

“Esperienza entusiasmante – fa eco il presidente di commissione Raffaele Bonanni –. Tutti gli studenti erano molto preparati, segno che la preparazione online è innanzitutto una preparazione adatta all’apprendimento. E poi è adatta ai tempi in cui viviamo, che richiedono di superare le barriere del tempo e dello spazio”.

Dopo le lauree, ha avuto inizio per le vie della città della Zizzola la festa per il terzo compleanno della Pegaso braidese.

Solo per citare alcuni tra i tanti ingredienti: palloncini, intrattenimento musicale di livello, torta ed un trenino panoramico.

L’UniPegaso braidese – è bene evidenziarlo – offre 13 indirizzi di laurea (e da quest’anno tre nuovi percorsi).

A Bra gli studenti sono oltre 500, provenienti da tutta Italia. A livello nazionale l’università telematica (la prima in Italia) ne conta oltre 70.000.

RASSEGNA STAMPA
FONTE: targatocn.it